de fr it

Hellbühl

Villaggio nel com. di Neuenkirch (LU); (1522: Helgbühl). Pop: 124 ab. nel 1880. H. sorgeva nel territorio dell'antica curtis dei von Rothenburg a Rüeggringen. Sullo Schlosshubel lungo il Rotbach (oggi com. Ruswil) vi era la rocca, ormai scomparsa, attestata come la nuova Rothenburg (veste genannt die nüwe Rotemburg), che nel 1374 fu assegnata come feudo asburgico a Hartmann Andres von Rothenburg. La rocca controllava probabilmente un vecchio passaggio nelle valli del Rotbach e della Suhre, ma al più tardi a metà del XIV sec. fu sostituita dalla vicina Rothenburg austriaca (fortezza e cittadina). Nel 1424 viene menz. per l'ultima volta la rocca di Neu-Rothenburg, ormai priva di importanza. Nel periodo precedente alla dominazione austriaca H. si trovava nella zona di confine tra le signorie di Wolhusen, Rothenburg e Lucerna, più tardi fra i distr. di Ruswil, Rothenburg e il baliaggio di Malters. Durante l'Elvetica, il villaggio passò al distr. e alla circoscrizione giudiziaria di Sempach. La prima cappella venne eretta intorno al 1499 e dal 1779 vi fu insediato un sacerdote incaricato della lettura della prima messa. Vennero poi istituite una cappellania (1804) e una parrocchia (1864-65) comprendente parte dei com. di Neuenkirch, Malters, Ruswil e Lucerna. Tra il 1832 e il 1835 fu costruita la chiesa.

Riferimenti bibliografici

  • F. Glauser, J. J. Siegrist, Die Luzerner Pfarreien und Landvogteien, 1977
  • F. Glauser, «Luzern und das Luzernbiet im 14./15. Jahrhundert», in Alltag zur Sempacherzeit, 1986, 19-40, spec. 35
  • G. P. Marchal, Sempach 1386, 1986, 321
  • Hellbühl, 1998
Link
Controllo di autorità
GND