de fr it

Cossonaycastellania, distretto

Fra l'XI e l'inizio del XV sec., C. fu una delle più importanti signorie laiche del Paese di Vaud. I C. portavano il titolo di baroni; la signoria si estendeva ad Allens, Bournens, Boussens, Dizy, Gollion, Ittens, La Chaux, Penthalaz, Penthaz, Senarclens e Sullens. I C. detenevano diversi diritti in una decina di altre località della regione e anche numerosi feudi nobiliari all'esterno della baronia. Dopo la morte di Jeanne, ultima discendente dei signori de C., deceduta senza lasciare eredi nel 1406, i conti di Savoia rivendicarono il feudo di C. divenuto vacante, che passò sotto il loro controllo al più tardi nel 1421 e venne trasformato in castellania. Dopo il 1536, Berna subentrò ai Savoia e l'antica castellania savoiarda fu posta direttamente sotto il controllo del balivo di Morges. Con Grancy e Gollion, Lussery e Villars-Lussery, essa formò uno dei sette "dip." civili e militari del baliaggio. La castellania e la sua corte di giustizia vennero limitate alla città di C. e al villaggio di Penthalaz. Il distr., creato nel 1798, era costituito dai "dip." di C. e di Montricher, dalla baronia di La Sarraz e di Mex (in precedenza nel baliaggio di Orbe-Echallens). Nel 1803 vi furono incorporati Bettens e Boussens, ma La Praz venne ceduto al distr. di Orbe. L'attuale distr. è suddiviso in quattro circ. (C., L'Isle, La Sarraz e Sullens) e dal 1999 conta 32 com. Si estende dagli altopiani della valle della Venoge (principale corso d'acqua del distr., assieme al Veyron) fino alle creste del Giura e al Gros-de-Vaud. Dal 1798 C. è il capoluogo del distr. All'inizio del XIX sec. il distr. contava poco più di 8000 ab.; la pop., che non crebbe in modo significativo fra il 1850 e il 1970 (11'711 ab. nel 1850, 12'508 nel 1970), ha conosciuto un forte aumento alla fine del XX sec. (20'676 ab. nel 2000). Dedita tradizionalmente alla cerealicoltura (di qui i Grands Moulins de C.) e all'allevamento, la regione conobbe uno sviluppo industriale solo dopo l'apertura nel 1870 della linea ferroviaria del Giura-Sempione (fabbriche di cavi di C. nel 1898, cementificio di Eclépens nel 1953).

Riferimenti bibliografici

  • Le district de Cossonay, [1984]