de fr it

Compesièreslocalità

Piano catastale del 1744, ricopiato nel 1810 (Archives d'Etat de Genève; fotografia A. & G. Zimmermann).
Piano catastale del 1744, ricopiato nel 1810 (Archives d'Etat de Genève; fotografia A. & G. Zimmermann).

Antico com. GE, soppresso nel 1851; (XII sec.: Compeseres). Attualmente è una frazione del com. di Bardonnex formata dall'omonima commenda, dalla chiesa, da una scuola e da alcune fattorie. Pop: 1559 ab. nel 1850 (prima della divisione del com.), qualche decina di ab. nel 2000. C. fu il capoluogo della commenda del Genevois, dell'ordine degli ospedalieri di S. Giovanni di Gerusalemme. Il nome di C. è menz. sin dal XII sec. come quello di una fam. eponima. Durante l'occupazione bernese (1536-67), C. aderì alla Riforma e divenne sede di un Concistoro. Con il ritorno della sovranità dei Savoia e dopo la scomparsa delle chiese di Evordes e di Bardonnex, la chiesa di C. diventò il centro di una vasta parrocchia, che includeva diversi villaggi e frazioni, i cui confini rimasero invariati durante l'occupazione franc. (1792) e con l'annessione alla Svizzera (1816). Dal 1817 si cominciò a frazionare il com. di C. (cessione di una parte a Troinex), creando i com. di Perly-Certoux (1821) e di Plan-les-Ouates, e di Bardonnex (1851). In questa regione rimasta fortemente agricola, C. servì da centro amministrativo e religioso per il com. di Bardonnex, che vi insediò il proprio municipio e costruì una scuola (1899-1900).

Riferimenti bibliografici

  • A. Brulhart, E. Deuber-Pauli, Ville et canton de Genève, 1985, 312-316 (19932)
  • J. Delétraz, Compesières, 1270-1970, 1998 (rist.)
Link
Controllo di autorità
GND