de fr it

Libingen

Villaggio nel com. di Mosnang (SG), regione Toggenburg; (1416: Libingen). Situato in una valle trasversale a ovest della Thur, il villaggio è posto su un terrazzo sopra il torrente Dietfurterbach. Con Mühlrüti e Mosnang costituisce la Ortsgemeinde di Mosnang. Pop: 667 ab. nel 1827, 372 nel 2000. I conti von Toggenburg e l'abbazia di San Gallo si dividevano il baliaggio di L., che solo nel 1552 passò interamente nelle mani dell'abbazia. L. fece parte della giurisdizione di Bazenheid e nel 1803 fu assegnato al com. di Mosnang, da cui nel 1840 cercò senza successo di separarsi. Su iniziativa del parroco Joseph Helg, nel 1751 L. si separò dalla parrocchia catt. di Mosnang, formò una parrocchia autonoma e avviò la costruzione della chiesa barocca dedicata a S. Gallo (terminata nel 1769). Helg fece costruire un convento femminile annesso alla chiesa, dove dal 1754 trovò spazio una comunità di religiose che praticava l'Adorazione perpetua. Cölestin Gugger, principe abate di San Gallo, approvò la fondazione conventuale solo nel 1760 e vi inviò due monache benedettine provenienti dal convento sangallese di Sankt Georgen. Nel 1781 il principe abate Beda Angehrn trasferì il convento a Glattburg. Nel 1754 a L. venne aperta una scuola gratuita. Dal 1870 esiste a Dietfurt (com. Bütschwil-Ganterschwil) un raccordo ferroviario. Il tufo estratto dalla cava di Engelschwand, sulle pendici del Chrüzegg (1880-99), fu utilizzato per la costruzione di edifici sacri e profani (Museo nazionale sviz. di Zurigo).

Riferimenti bibliografici

  • 1100 Jahre (Gemeinde) Mosnang, 1954 (19872)
  • HS, III/1, 1807-1812
  • Vier Dörfer - eine Gemeinde, 2005