de fr it

AllerheiligenSO

Frazione del com. di Grenchen (SO), situata lungo la strada che porta verso i villaggi del Giura francofono; (antico franc.: Tous-Saints). Pop: 7 fuochi e 48 ab. nel 1796. A. divenne meta di pellegrini dopo che Berna sospese il pellegrinaggio a Oberbüren (com. Büren an der Aare) durante il passaggio alla Riforma. Alla cappella, risalente al XVI sec., vennero aggiunti nel 1682-83 tre altari barocchi; nel 1754 venne costruita una cappella laterale, con un altare rococò. Johann Theobald Hartmann, canonico di Sankt Ursen a Soletta, istituì nel 1689 una prebenda per il cappellano e un suo aiutante. Nel 1695 il progetto di creare ad A. una filiale del convento di Bellelay, legato a Soletta da un patto di comborghesia, fallì per le ingerenze del generale premonstratense. Il 2.3.1798 A. fu occupata dalle truppe franc. La cappellania fu soppressa nel 1807 e nel 1869 A. fu annessa alla parrocchia di Grenchen. Nel 1864 Franz Anton Zetter e Frank Buchser scoprirono e rimossero dalla cappella una Madonna dipinta da Hans Holbein il Giovane nel 1522; l'opera si trova oggi al Kunstmuseum di Soletta. Dal 1895 al 1902 nella cappella si svolsero le funzioni religiose dei catt.-cristiani di Grenchen.

Riferimenti bibliografici

  • W. Strub, Heimatbuch Grenchen, 1949, 695-706