de fr it

Sauverny

Frazione del com. di Versoix (GE), confinante con l'omonimo com. franc. situato nel Pays de Gex. Le due località sono ubicate sulle due sponde della Versoix. S. - la cui chiesa dedicata a S. Maurizio fu sicuramente fondata nell'XI sec. dall'abbazia di Saint-Maurice - fu concesso in feudo ad Amédée II de Gex dall'abbazia di Saint-Oyend de Joux (Saint-Claude) nel 1225, poi ai signori de Grailly dal conte di Savoia (XV sec.). La signoria di S. fu acquistata da Louis Bonivard (1455), poi, dopo l'occupazione bernese (1536-67), divenne proprietà di Hans Jacob Wild, cittadino di Basilea. S. condivise il destino del Pays de Gex e con esso passò alla Francia (1601). Con il secondo trattato di Parigi (1815) Ginevra ricevette Versoix, compresa la parte del territorio di S. situata sulla sponda sinistra del fiume. La località ospita dal 1966 l'osservatorio astronomico dell'Univ. di Ginevra e, dal 2005, il laboratorio di astrofisica del Politecnico fed. di Losanna, due centri che operano in partenariato e insieme formano il più importante polo di ricerca astronomica in Svizzera.

Riferimenti bibliografici

  • AA. VV., Histoire des communes de l'Ain, 1985, 502 sg.

Suggerimento di citazione

Torrione-Vouilloz, Dominique: "Sauverny", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 04.04.2013(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/007756/2013-04-04/, consultato il 21.09.2020.