de fr it

Käpfnach

Miniera di carbone negli strati di molassa della regione di K.-Gottshalden-Aabachtobel nel com. di Horgen (ZH). Gli strati di carbone si sono formati nella parte superiore della molassa d'acqua dolce ca. 15,6 milioni di anni fa. Menz. per la prima volta nel 1548 nella cronaca di Johannes Stumpf, i giacimenti, spessi fino a 45 cm, furono riscoperti nel 1663 dai Landis, fabbricanti di laterizi a K. Nel periodo 1784-1910 una regia statale ne controllava lo sfruttamento. Negli anni 1850-80, periodo di forte sviluppo, vi lavorarono fino a 160 minatori; la massima estrazione (104'307 q) fu raggiunta nel 1874. Oltre al Carbone si estraeva la marna e il calcare, poi lavorati nel cementificio di proprietà della miniera. Dopo la chiusura nel 1910, le due guerre mondiali resero necessaria la ripresa dello sfruttamento (1917-21 e 1941-47); solo durante la seconda furono estratte 55'000 t di carbone sotto la direzione dell'ingegnere minerario Max Zschokke. Le riserve di carbone ancora oggi presenti ammontano a 300'000 t; il loro sfruttamento non è tuttavia redditizio. Dal 1982 la miniera è accessibile al pubblico grazie al museo minerario e al trenino che percorre le gallerie.

Riferimenti bibliografici

  • Museo minerario, Käpfnach
  • Archivio della miniera presso StAZ
  • Horgner Jahrheft 1982, 1982 (19912)