de fr it

Wülflingensignoria

La torre di Alt-W., costruita attorno al 1200 a sud di W. su una collina scoscesa su tre lati, fu probabilmente preceduta da opere difensive più antiche, archeologicamente non ancora indagate. Secondo la cronaca del convento di Zwiefalten (Württemberg), risalente al 1040 ca., nell'XI sec nella fortezza di W. vissero Willebirg von W. e Kuno von Achalm. Nel XIII sec. la signoria di W.-Buch con l'alta e la bassa giustizia apparteneva ai conti d'Asburgo. Verso il 1300 vi risiedettero in loro nome i signori von Hettlingen, nel 1359 Johannes von Seen. Nel 1376 gli Asburgo conferirono la signoria in pegno a Hartmann von Seen; più tardi passò a Ulrich von Landenberg-Greifensee, genero di quest'ultimo. I signori von Rümlang, indebitati, dal 1455 detentori della signoria, nel 1515 cedettero i diritti di patronato e la decima maggiore e minore all'ospedale di Winterthur, e la fortezza e la signoria in pegno al com. di W. Quest'ultimo nel 1528 le vendette a Hans Steiner di Zugo, proprietario della signoria di Pfungen. L'alienazione del baliaggio di W. a Winterthur da parte dei discendenti di Steiner nel 1634 incontrò il veto di Zurigo, che tuttavia ne consentì l'acquisto da parte del donzello zurighese Hans Hartmann Escher vom Luchs e di sua cognata Katharina Meiss von Teufen. Siccome la vecchia fortezza non soddisfaceva più le esigenze abitative dell'epoca, nel 1644-45 la fam. Escher fece costruire un nuovo castello (oggi ristorante) presso il villaggio di W. Questo passò con beni e diritti in eredità alla fam. Meiss e nel 1734, dopo il riscatto delle quote dei coeredi, a Salomon Hirzel-Meiss (1672-1755), futuro generale al servizio dell'Olanda. I suoi tre figli portarono la fam. alla rovina. Nel 1760 Salomon Hirzel (1719-1791) vendette la signoria giurisdizionale alla città di Zurigo, che entro il 1798 si appropriò dell'alta giustizia e conferì quella bassa al baliaggio di Andelfingen. La torre di Alt-W., nel XVIII sec. non più usata come abitazione, decadde e nel 1936 venne restaurata dalla città di Winterthur.

Riferimenti bibliografici

  • H. M. Gubler, Schlösser Wülflingen, Hegi und Mörsburg bei Winterthur, 1974
  • P. Ziegler, Wülflingen, 1975
Link
Controllo di autorità
GND