de fr it

Concepimenti prematrimoniali

Il fenomeno dei concepimenti prematrimoniali rispecchia l'evoluzione delle modalità del Matrimonio. Nel ME e fino al XVI sec. negli ambienti popolari la prima unione carnale avveniva immediatamente dopo il Fidanzamento (o promessa di matrimonio), cioè qualche settimana prima della cerimonia in chiesa. Il carattere vincolante del fidanzamento sopravvisse fino al XIX sec. nelle regioni rif., spec. in quelle di osservanza zwingliana. Accanto a questi elementi, va tenuto presente anche il ruolo svolto dalle Veglie e dal Kiltgang. Nella campagna bernese della prima metà del XVIII sec., per esempio, quasi la metà delle spose era incinta al momento delle nozze. Questa percentuale era molto più bassa nelle parrocchie catt. della Svizzera centrale (meno del 15%), dal momento che le antiche consuetudini erano state condannate dal Concilio di Trento.

L'aumento dei concepimenti prematrimoniali fu generale in tutta l'Europa del XVIII sec., e spesso parallelo alla crescita dell'Illegittimità. In Svizzera interessò dapprima e in maggiore misura i villaggi a carattere proto-industriale, ma si manifestò quasi ovunque e spesso in maniera impressionante. Nel nord est del Paese, la percentuale passò dall'11 al 39%, mentre nella Svizzera centrale raggiunse in alcuni casi il 20%. Per alcune località (Glarona, Giura neocastellano e vodese), durante la prima metà del XIX sec. sono stati calcolati tassi vicini al 50%. Questo incremento è stato interpretato di volta in volta come la conseguenza della diffusione del lavoro salariato, come segnale di una rivoluzione nell'ambito dell'affettività o come sintomo di un rilassamento dei costumi. Il fenomeno spiegherebbe inoltre la diminuzione dell'intervallo fra il matrimonio e la prima nascita; le nozze divennero di fatto riparatrici. L'industrializzazione e il lavoro in fabbrica contribuirono a un ulteriore aumento dei concepimenti prematrimoniali (spesso sopra il 50%). Ancora negli anni 1940-50, quasi un terzo delle nascite era frutto di concepimenti prematrimoniali, nonostante la repressione sessuale attuata dalla seconda metà del XIX sec.

Riferimenti bibliografici

  • B. Sorgesa Miéville, De la société traditionnelle à l'ère industrielle, 1992, 235-240

Suggerimento di citazione

Sorgesa Miéville, Beatrice: "Concepimenti prematrimoniali", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 10.08.2005(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/007979/2005-08-10/, consultato il 30.11.2020.