de fr it

BelmontGR

Signoria dei baroni von B., costituitasi a partire dalla signoria dei von Sagogn. Sede dei signori locali era la fortezza di B., posta su uno sperone roccioso nel bosco a est di Fidaz (com. Flims), in posizione dominante la strada che porta a Trin; della fortezza, abitata fino alla metà del XIV sec., restano tracce di mura che ne restituiscono la pianta. Primo proprietario fu Lutefridus de Belmonte (menz. 1137/39); Luthifridus de Segannio, menz. più volte nel XII sec., è probabilmente la stessa persona. La signoria si formò grazie all'acquisizione, tramite i von Sagogn, di diritti comitali e di beni appartenuti all'Impero. Intorno al 1300 i signori von B. possedevano diritti e terre a Domat/Ems, Flims, Castrisch e nella val Lumnezia. All'inizio del XIV sec., dopo l'estinzione del casato dei von Sagogn e dei rami collaterali dello stesso (von Frauenberg, von Friberg, von Wildenberg), i B. ne acquisirono i diritti, estendendo così la propria signoria alla zona di Ilanz. All'epoca i B. sono attestati anche quali proprietari del baliaggio vescovile di Sagogn, della cittadina di Ilanz e della val Lumnezia; nel 1352 uscirono rafforzati dalla guerra privata che li vide opporsi ai signori von Werdenberg-Heiligenberg. Estintisi i B. in linea maschile (1371), la signoria passò dapprima per via matrimoniale ai de Sacco (Mesocco); nel 1483 fu acquistata dal vescovo di Coira.

Riferimenti bibliografici

  • O. P. Clavadetscher, W. Meyer, Das Burgenbuch von Graubünden, 1984, 184
  • J. L. Muraro, «Die Freiherren von Belmont», in Geschichte und Kultur Churrätiens, a cura di U. Brunold e L. Deplazes, 1986, 271-309
Link
Altri link
e-LIR