de fr it

SteineggTG

Fortezza risp. castello situato su un contrafforte del Seerücken nel com. di Hüttwilen (TG) e antica signoria giurisdizionale; (1357: Stainegge). Nel XIII sec. fu probabilmente residenza originaria degli omonimi baroni, in seguito dei ministeriali del vescovo di Costanza (fino al 1387). Nel 1423 Walter von Münchwil risiedette nella fortezza, che nel 1472 passò a Bernhard von Payer. Probabilmente distrutta da un incendio nel 1520 ca., S. è tuttavia menz. nel 1527 quale fortezza (burg und vesti). Nel 1542 passò ai von Roggwil e nel 1567 ai von Beroldingen, confermati quali signori giustizieri nel 1568. Nel 1574 Martin Geiger, abate del convento di S. Giorgio a Stein am Rhein, la acquistò a nome dell'abbazia e nel 1583 cedette fortezza e signoria, con Nussbaumen e Seeben, alla città di Zurigo. Tra il 1584 e il 1798 S. fu sede dei balivi (Obervögte) di S.-Stammheim. Nel 1624-26 furono costruiti l'ala sudorientale e il bastione circolare. Proprietà privata dal 1806, il castello fu poi trasformato in stile neorinascimentale (1886-87). Nel 1901 il medico Paul Maag vi insediò una clinica di cure naturali e dimagranti (fallita nel 2003). In seguito Viktor Fehr, proprietario della certosa di Ittingen, assunse la gestione degli edifici utilitari e del terreno. Nel 2009 gli stabili che accoglievano l'albergo e le cucine e il giardino d'inverno furono abbattuti.

Riferimenti bibliografici

  • MAS TG, 6, 2001, 183-188
Link
Controllo di autorità
GND