de fr it

Zinal

Villaggio e stazione turistica del comune di Anniviers (VS). Situato in fondo alla valle d'Anniviers, Z. faceva parte dell'ex com. di Ayer; (toponimo probabilmente conosciuto dal XIII sec. con grafie diverse: spesso Chinaz; 1708-25: Zinna(z); 1768: Zinal). Pop: 103 ab. nel 1970, 200 nel 1990, 250 nel 2008. Per lungo tempo Z. fu esclusivamente composto da maggenghi. Nel 1571 i proprietari di Z. crearono una corporazione per lo sfruttamento dei beni comuni; una scuola per i suoi membri venne aperta nel 1600. La cappella di S. Bartolomeo fu eretta nel 1899 sul sito dell'antica cappella attestata dal 1515. La miniera di rame di La Lée fu sfruttata dal 1856 al 1902 (aperta al pubblico dal 1997). Nel 1859, alcuni membri del Club alpino britannico giunsero a Z. per compiere l'ascensione delle cinque più alte vette oltre i 4000 della valle. Alla prima locanda della stazione (1856), seguirono numerosi hôtel (Durand nel 1866, Les Diablons nel 1894, Le Besso nel 1895); un complesso alberghiero (Club Méditerranée) aprì nel 1966. Z. è collegato a Sorebois (dal 1966) e Grimentz (dal 2014) tramite teleferiche. La strada carrozzabile tra Ayer et Z. fu costruita nel 1951. Z. costituisce un punto di partenza per numerose ascensioni, in particolare verso i massicci delle Dents des Bouquetins, della Dent Blanche e del Weisshorn. La gara podistica Sierre-Z. o Corsa dei cinque 4000 esiste dal 1974.

Riferimenti bibliografici

  • G. Ghika, «Les statuts de la "commune" de Zinal en 1571», in Ann. val., 29, 1954, 205-240