de fr it

Hohenrätien

Hochrialt

Fortezza (in rom. Munt Son Gion) nel com. di Sils im Domleschg (GR), situata su uno sperone roccioso all'imbocco orientale della Viamala; controllava la valle del Reno posteriore e la strada del San Bernardino e dello Splügen. Il nome H., di probabile origine umanistica, compare solo nel 1573; un nome più antico (Johannesstein?) non è attestato. Fra i più antichi della Svizzera, l'importante complesso fortificato, protetto da un'ampia cinta muraria, era costituito da una corte esterna con una chiesa e due torri abitative a ovest e dalla corte interna (probabilmente Hochrialt) con la torre principale e gli edifici annessi a sud ovest. La collina era già abitata in epoca preistorica. Nel 2001 è stato scoperto un battistero del V sec. Risalgono all'alto ME pure le fortificazioni e la chiesa di S. Giovanni Battista, che fin verso il 1500 servì da parrocchiale per la parte della Domigliasca sulla sponda sinistra del Reno e quindi anche da luogo di sepoltura.. Nel 1359 i diritti di patronato passarono al convento di Cazis. Le torri abitative, costruite nell'XI e XII sec., furono residenza delle fam. più in vista. I signori von Rialt sono menz. più volte dal XII al XIV sec. All'inizio del XIV sec. la fortezza fu abbandonata. La fam. Jecklin von Hohenrealta, proprietaria del complesso dalla fine del XV sec., dal 1972 ha avviato importanti lavori di restauro.

Riferimenti bibliografici

  • H. Boxler, J. Müller, Burgenland Schweiz, 1990, 7-13
  • Terra Grischuna, 2001, n. 5, 68-71
  • S. Gairhos, M. Janosa, «Ein spätantikes Baptisterim auf Hohenrätien, Sils i.D. GR», in ASSPA, 85, 2002, 267-273
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
Scheda informativa
Variante/i
Hochrialt