de fr it

Ouchy

Veduta del porto di Ouchy nel 1824 ca.; gouache dell'atelier Bleuler di Feuerthalen (Musée historique de Lausanne).
Veduta del porto di Ouchy nel 1824 ca.; gouache dell'atelier Bleuler di Feuerthalen (Musée historique de Lausanne). […]

Quartiere di Losanna; (ca. 1184: Oschie). Situato nella parte meridionale della città, sulle rive del lago di Ginevra, anticamente fu una frazione (statuto confermato ancora nel 1765 con i suoi 360 ab.) di viticoltori e pescatori. La denominazione originaria di Rive, che indicava il porto, fu in uso durante tutto il ME; Rive faceva capo alla parrocchia di S. Croce che dipendeva dalla cattedrale. Il nome di O. in origine designava il territorio, in posizione leggermente sopraelevata rispetto al porto, attorno alla chiesa di S. Teodulo (parrocchiale almeno dal 1228, soppressa nel 1537, situata nei pressi dell'attuale chiesa della Croix d'O.), fondata probabilmente dal vescovo di Sion, che ne fu il proprietario fino al 1244. Pop: Rive: 10 fuochi nel 1403, 13 nel 1427, 8 nel 1467 e 1474, 12 nel 1487; Croix d'O.: 6 fuochi nel 1403, 5 nel 1416 e 1427, 1 nel 1457 e 1474, 2 nel 1487. O. apparteneva alla bandiera di Pont e venne fortificato dal vescovo Landri de Durnes (1160-78). La fortezza, la cui torre fu ricostruita prima del 1212, era una delle residenze del vescovo di Losanna. Il porto di O. (con mercato coperto) subentrò in data ignota a quello di Lousonna/Vidy; a causa della prossimità del porto di Morges, fu di modesta importanza fino alla realizzazione di un molo nel 1791-93. Registrò un grande sviluppo in seguito alla navigazione a vapore sul lago, iniziata nel 1823, e al turismo. Il quartiere fu diviso in due parti dalla funicolare, aperta nel 1877 (metro M2 dal 2008), che collega O. alla stazione di Losanna e alla valle del Flon. A est, la zona di villeggiatura fu caratterizzata da alberghi, pensionati e dal grande quai (1896-1901), costeggiato da belle residenze signorili e dal Museo olimpico (1993). A ovest si trovava invece l'area industriale, con immobili di locazione e case operaie e della piccola borghesia. L'officina del gas del 1847 fu sostituita da quella di Malley nel 1911, il porto commerciale e il cantiere navale vennero aperti nel 1888. Il com. libero di O. (1934) ha mantenuto uno spirito di quartiere.

Riferimenti bibliografici

  • MAS VD, 1, 1965, 132 sg.; 2, 1979, 60-62; 4, 1981, 6-73
  • G. Yersin, Ouchy, mem. lic. Losanna, 1971
  • P. Oehrli, Ouchy et son histoire, 1985 (19992)
  • INSA, 4, 295-297
  • J. Neuenschwander, Ouchy, 1850-1914, mem. lic. Losanna, 1993