de fr it

Viennensis

Secondo il Laterculus Veronensis (ca. 314), una lista di province e diocesi rinvenuta a Verona, durante il riordino delle province avvenuto tra la fine del regno di Costantino e l'inizio di quello di Diocleziano venne istituita una diocesi V., comprendente sette province, tra cui la neocostituita provincia V. La Notitia Galliarum, un elenco delle province della Gallia compilato tra la fine del IV e l'inizio del V sec., attesta la presenza, nella provincia V., di 13 civitates, tra cui Arles e Marsiglia a sud e Ginevra (civitas Genavensium) a nord; Vienne ne era il capoluogo. La Notitia Dignitatum (prima metà del V sec.) menz. un governatore (consularis) responsabile della provincia V. Anche nel Laterculus Polemii Silvii (metà del V sec.) è cit. una provincia V.

Riferimenti bibliografici

  • J. Harries, «Church and State in the Notitia Galliarum», in The Journal of Roman Studies, 68, 1978, 26-43
  • T. D. Barnes, The New Empire of Diocletian and Constantine, 1982
  • G. Wesch-Klein, «Der Laterculus des Polemius Silvius», in Historia, 51, 2002, 57-88