de fr it

Gerenstein

Rovine di una fortezza medievale situate sul territorio del com. di Bolligen (BE). Appartenente ai baroni von G., la fortezza venne costruita nell'XI/XII sec. (1146: Gerenstain), dapprima in legno e poi in pietra, sulla cresta sassosa sovrastante la vecchia strada tra Berna (valle dell'Aar) e Burgdorf (Argovia). Bolligen e forse il Worblental costituivano il nucleo della relativa signoria, la cui estensione non risulta conosciuta. Dopo l'estinzione dei von G. all'inizio del XIII sec., la fortezza e la signoria passarono a diverse fam. signorili (tra cui i von Affoltern, i vom Stein e i von Belp-Montenach) e a conventi (tra l'altro Interlaken e Thorberg). In seguito alla vittoria ottenuta nel 1298 dalla città di Berna su Friburgo e sui suoi alleati nei pressi di Oberwangen, vennero distrutte le fortezze nemiche nei dintorni di Berna, tra cui Belp e G., entrambe appartenenti ai signori von Montenach. Successivamente, i resti della fortezza vennero tramandati da una fam. nobiliare all'altra unitamente a Bolligen, prima di passare nel 1424 alla certosa di Thorberg e dopo la secolarizzazione di quest'ultima a Berna (1528). L'antica corte ai piedi di G. nel XVII sec. divenne un piccolo abitato grazie a opere di dissodamento. Oggi le rovine di G., insieme ai resti di una torre circolare savoiarda dall'importante passato, costituiscono un'ambita meta di escursioni. Il complesso venne restaurato nel 1975-76.

Riferimenti bibliografici

  • K. L. Schmalz, Bolligen, 1982, 345-350