de fr it

Blankenburg

Residenza nobiliare nel com. di Zweisimmen (BE); fu sede amministrativa della castellania bernese (1386-1798), dell'amministrazione distr. dell'Elvetica (dal 1798) e in seguito del baliaggio (poi distr.) dell'Obersimmental (dal 1803). La fortezza, menz. per la prima volta nel 1329 (Blankenburg), era di proprietà dei signori von Tüdingen (o Düdingen), quando questi la scelsero quale centro amministrativo della loro signoria di Mannenberg-Laubegg (1356). Benché non si sappia con precisione chi fu il suo fondatore, B. rimanda ai baroni von Weissenburg; non esisteva invece all'epoca nessun legame tra la stessa fortezza e la nota fam. di patrizi bernesi attestati tra il 1276 e il 1327 quali domicelli de Blanchenburch, membri del Consiglio cittadino e, dal 1327, cavalieri. Nel 1371 la fortezza passò con la signoria alla città di Friburgo; conquistata da Berna nella guerra di Sempach (1386), la fortezza fu poi adibita a sede amministrativa della castellania dell'Obersimmental. Nel 1767 l'edificio medievale fu distrutto da un incendio; al suo posto nel 1768-70 Berna fece costruire un palazzo signorile, oggi sede delle autorità distr. dell'Obersimmental (tribunale di circondario a Saanen dal 1997).

Riferimenti bibliografici

  • Bärner Visite - A la rencontre des districts, 1991
Link
Controllo di autorità
GND