de fr it

Grasswil

Villaggio sviluppatosi a partire da due insediamenti nel com. e nella parrocchia di Seeberg (BE); (1070: Craolteswile). Comprende numerose frazioni e fattorie sparse. Fino al 1991 era costituito dai due com. patriziali di Obergrasswil e Niedergrasswil. Pop: 417 ab. nel 1764, 869 nel 1850, 675 nel 2000. I conti von Kyburg, detentori della signoria fondiaria e giurisdizionale, dominarono nel XIII e XIV sec. i due villaggi medievali, dediti all'avvicendamento triennale delle colture: Niedergrasswil, dotato di taverna e luogo delle esecuzioni capitali, era la sede della bassa giustizia di G. (che comprendeva Obergrasswil, Seeberg, Riedtwil, mentre Juchten-Loch apparteneva alla giurisdizione di Bollodingen) e contemporaneamente di uno dei tribunali (Landstuhl) kyburgici (dal 1406 bernesi) della giurisdizione di Murgenthal, più tardi parte del baliaggio di Wangen. Nel 1370 la bassa giustizia di G. fu venduta a cittadini (Junker, Matter), poi a Burgdorf (1395) che riunì le giurisdizioni di G., Oberösch, Niederösch (con Rumendingen e Bickigen), Heimiswil e Inkwil (1402-1720) nel distr. amministrativo del cosiddetto "baliaggio di G.". La carica di balivo (Grasswilvogt) era esercitata a turno da un consigliere di Burgdorf, assistito dal segr., anch'egli di Burgdorf, e dall'usciere locale. Nel XVII e XVIII sec. tra il baliaggio di Wangen e Burgdorf sorsero conflitti di competenza risoltisi quasi sempre a svantaggio di Burgdorf. Obergrasswil e Niedergrasswil condividevano pascoli tra loro (sullo Steinenberg, dal 1540 in comune con Seeberg) e con villaggi solettesi. A Obergrasswil, villaggio di carattere rurale, vi furono liti con i Tauner per i beni comuni (nel 1663 vi fu una parziale divisione di questi terreni). Niedergrasswil è dal 1794 sede della scuola di G. e, dal 1991, anche dell'amministrazione del com. di Seeberg. Fino al XX sec. la locale produzione di stufe godette di una buona reputazione fra le attività artigianali; dal 1890 al 1973 vi fu una fabbrica di liquori. La località, di carattere rurale e artigianale, ha visto nascere nuovi quartieri nella zona di Brüschrain e nel settore dove una volta sorgeva l'insediamento di Tauner chiamato Regenhalden.

Riferimenti bibliografici

  • K. H. Flatt, Errichtung der bernischen Landeshoheit über den Oberaargau, 1969
  • A.-M. Dubler, «Die Herrschaften der Stadt Burgdorf im Oberaargau», in Jahrbuch des Oberaargaus, 1996, 105-130