de fr it

Blüemlisalp

Massiccio montagnoso nel com. di Kandersteg (BE), con le quattro vette principali (da sud est a nord ovest) dell'Oeschinenhorn (3486 m), Blüemlisalphorn (3660 m), Weisse Frau (3650 m) e Morgenhorn (3623 m), precedute da altre tre vette (Blüemlisalp-Rothorn, Stock e Wilde Frau). Dalla regione inferiore del lago di Thun, dalla valle di Kiental e dalla valle della Kander, se ne scorge il versante nord coperto dal ghiacciaio, mentre a sud imponenti pareti calcaree svettano sul Kanderfirn. Il nome B. ("alpe dei fiorellini") risale a una leggenda diffusa con qualche variante in tutto l'arco alpino: narra di un'alpe fiorita nell'odierno territorio del ghiacciaio del B., maledetta e trasformata in pietraia e ghiacciaio per punire un proprietario ingiusto, sacrilego e sperperatore. Nella valle di Kiental la B. è pure detta Frau (signora). Il toponimo attuale è stato fissato sulla carta Dufour nel 1864. La prima scalata del Blüemlisalphorn risale al 27.8.1860; per l'ascensione, soprattutto in estate, gli alpinisti hanno a disposizione le capanne di Frauenbalm (1875), Hohtürli (1894) e Blüemlisalp del Club alpino sviz. (1946-47; 138 posti letto).

Riferimenti bibliografici

  • AA. VV., Das Frutigbuch, 19772