de fr it

Passo delRawil

Passo che dal Simmental conduce nella valle del Rodano. Reperti del Neolitico, dell'età del Bronzo e dell'epoca romana attestano un'utilizzazione precoce dei sentieri di quest'area (in modo particolare anche sul vicino Schnidejoch). Nel ME il passo del R. ebbe importanza per i rapporti fra Berna e Vallese. Nel traffico sovraregionale di merci sembra aver avuto meno rilievo del Lötschenpass e del passo della Gemmi (più vicini al Sempione), mentre ne ebbe per gli scambi locali tra Ayent e Lenk. I Vallesani fornivano vino ai loro vicini, gli ab. di Lenk formaggi e bestiame. Alcuni ab. di Ayent possedevano terre nell'Iffigental. Attorno al 1760 la ripida salita dell'Iffigenalp fu resa meglio percorribile con l'impiego di polvere da sparo. Nel XIX sec. la mulattiera conobbe continue migliorie, ma una strada carrozzabile non fu mai realizzata. Il progetto di un traforo del R. nell'ambito dell'ampliamento della rete viaria nazionale fu ugualmente abbandonato nel 1986 a favore del potenziamento del servizio di treni-navetta per il trasporto di automobili attraverso il Lötschberg.

Riferimenti bibliografici

  • M. Carron, Die Rawil-Story, 1986
  • H. Grütter, «Der Rawilpass - mit antikem Vorgänger am Kaltwasserpass (Col des Eaux Froides)?», in Der Mensch in der Landschaft, 1986, 453-466
Classificazione
Trasporti / Passo