de fr it

Battaglia diNancy

La battaglia di Nancy fu l'ultimo scontro delle guerre di Borgogna. Dopo le sconfitte nelle battaglie di Grandson e Morat, dal 22.10.1476 Carlo il Temerario assediò Nancy - riconquistata dal duca Renato di Lorena - con un'armata di 12'000 uomini. All'inizio di gennaio del 1477 quest'ultimo guidò un esercito di soccorso composto da ca. 20'000 soldati, tra cui più di 8000 mercenari conf., contro le truppe borgognone. Carlo il Temerario predispose una linea difensiva a sud di Nancy, tra la Meurthe e il Bois de Saurupt. Attaccata il 5.1.1477 dall'armata lorenese sul fianco destro e al centro, poté opporre solo una debole difesa con l'artiglieria. Con una tattica poco flessibile, l'esercito borgognone fu sopraffatto dai Lorenesi, che adottarono invece una condotta di combattimento mobile. Dopo una breve resistenza, le truppe borgognone, che contarono ca. 6000 caduti (tra cui lo stesso Carlo il Temerario), si diedero alla fuga.

Riferimenti bibliografici

  • H. R. Kurz, Schweizer Schlachten, 1962
  • G. Himmelsbach, Die Renaissance des Krieges, 1999 (con elenco delle fonti e bibl.)

Suggerimento di citazione

Stadler, Hans: "Nancy, battaglia di", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 20.04.2010(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/008885/2010-04-20/, consultato il 30.10.2020.