de fr it

ErnstSchneider

17.10.1878 Bubendorf, 16.2.1957 Muttenz, rif., di Soletta e Langenbruck. Figlio di Mathias, mugnaio, e di Anna Degen. Ida Christen. Dopo gli studi all'ist. magistrale Muristalden a Berna (1894-97), insegnò alla scuola elementare di Innerberg (com. Wohlen bei Bern) fino al 1899. In seguito studiò pedagogia, filosofia, geografia e storia all'Univ. di Berna, dove conseguì il dottorato nel 1904 e fu attivo come insegnante (poi insegnante principale) alla scuola pratica (Übungsschule) del seminario pedagogico. Malgrado l'opposizione del corpo docente e le proteste dei radicali, nel 1905 venne nominato direttore della scuola magistrale cant. Vi introdusse le lezioni di due ore, i viaggi di studio, i tirocini di insegnamento, i componimenti liberi e nuove forme di esame. Dopo il cosiddetto affare della scuola magistrale e una campagna persecutoria, in cui venne fra l'altro accusato di aver praticato la psicanalisi durante le lezioni, nel 1915 dovette lasciare la carica. Fu poi docente all'Ist. Jean-Jacques Rousseau di Ginevra (1916-20) e venne chiamato alla cattedra di pedagogia dell'Univ. di Riga. In seguito ebbe un proprio studio di psicoterapia a Stoccarda (1928-46). Fondò i Berner Seminarblätter (1907, Die Schulreform dal 1916) e la Schweizer Erziehungsrundschau (1928) e pubblicò con Heinrich Meng la Zeitschrift für psychoanalytische Pädagogik (1926-37). La riforma scolastica di S. si basava su una nuova concezione del bambino, che tentò di giustificare sia in chiave storico-pedagogica sia psicanalitica e che lo indusse a considerare necessaria una riforma sociale. Fu un riformatore della pedagogia e della scuola, orientato verso la psicanalisi, di fama intern., anche se controverso. Sostenitore di un nuovo diritto fondiario e fiscale, lavorò come redattore per il movimento Schweizer Freiwirtschaftsbund. Fu inoltre cofondatore della Nuova soc. elvetica (1914) e della rivista Die Freistatt (1917).

Riferimenti bibliografici

  • Aus meinen Lern- und Lehrjahren, 1956 (con elenco delle op.)
  • H.-U. Grunder, Seminarreform und Reformpädagogik, 1993
  • K. Weber, "Es geht ein mächtiges Sehnen durch unsere Zeit", 1999
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 17.10.1878 ✝︎ 16.2.1957