de fr it

OttoHunziker

13.8.1841 Zurigo, 23.5.1909 Kilchberg (ZH), rif., di Berna. Figlio di Karl e di Barbara Schinz. Pronipote di Rosette Niederer e di Johannes Niederer. Luise Pupikofer. Studiò teol. all'Univ. di Zurigo (1860-65) e poi storia, conseguendo il dottorato (1875). Un viaggio in Germania, durante il quale visitò la Rauhes Haus di Johann Hinrich Wichern ad Amburgo, lo Johannisstift a Berlino e gli ist. di Gustav Werner a Reutlingen, stimolò il suo interesse per gli ist. di rieducazione e l'educazione dei poveri. Entrato come pastore nella Soc. sviz. di utilità pubblica, lavorò nella commissione incaricata della formazione dei maestri per i poveri di quest'ultima, mettendosi in luce con saggi su Philipp Emanuel von Fellenberg e Johann Jakob Wehrli. Insegnò religione al liceo di Zurigo, poi pedagogia e storia delle religioni alla scuola magistrale di Küsnacht; dopo l'abilitazione (1879) fu libero docente e professore straordinario (dal 1890) di storia della pedagogia e di storia della scuola sviz. all'Univ. di Zurigo. Diresse la mostra scolastica permanente (dal 1875, raccolta di materiali didattici, biblioteca e archivio) e la saletta Pestalozzi (dal 1878) a Zurigo, istituzioni da cui nascerà il Pestalozzianum, curando regolarmente la pubblicazione dei Pestalozzi-Blätter, oltre a una nuova edizione di Lienhard und Gertrud (1896). Accanto a Heinrich Morf fu il principale studioso di Johann Heinrich Pestalozzi del XIX sec. Nel contesto nazional-liberale della Soc. sviz. di utilità pubblica sviluppò il suo concetto di studi biografici su Pestalozzi, caratterizzato da un approccio positivistico basato sulle fonti.

Riferimenti bibliografici

  • come curatore, Geschichte der schweizerischen Volksschule in gedrängter Darstellung, 3 voll., 1881-1882
  • Geschichte der Schweizerischen Gemeinnützigen Gesellschaft 1810-1910, 1910
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF