de fr it

PaulChallemel-Lacour

19.5.1827 Avranches (Normandia), 26.10.1896 Parigi. Figlio di Armand, negoziante di vini e droghiere, e di Sidonie Riquet. Frequentò la scuola normale superiore di Parigi, ottenendo l'agrégation in filosofia (1849). Esiliato durante il colpo di Stato del 1851, C. si stabilì nel Belgio, poi a Zurigo, dove insegnò letteratura franc. al Politecnico fed. (1856-59). Ebbe contatti con altri esuli, quali Edgar Quinet, Jean-Baptiste Charras e Richard Wagner. Una sua istanza per rientrare provvisoriamente in Francia fu respinta nel 1857; si recò dunque in Germania (estate del 1857 e 1858), dove studiò Kant e conobbe Schopenhauer. Poté ritornare a Parigi grazie all'amnistia del 1859. Divenne prefetto del Dip. del Rodano nel 1870 e fu ministro di Francia in Svizzera dal febbraio del 1879 al giugno del 1880. Venne eletto pres. del Senato nel 1893 e nel 1894 membro dell'Académie française.

Riferimenti bibliografici

  • E. Grelé, L'Odyssée d'un philosophe, aventures et tribulations de l'exil, 1920
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 19.5.1827 ✝︎ 26.10.1896