de fr it

RosaBloch-Bollag

Ritratto di Rosa Bloch-Bollag. Fotografia anonima, 1920 ca. (Schweizerisches Sozialarchiv, Zurigo, F Ka-0002-046).
Ritratto di Rosa Bloch-Bollag. Fotografia anonima, 1920 ca. (Schweizerisches Sozialarchiv, Zurigo, F Ka-0002-046).

30.6.1880 Zurigo, 13.7.1922 Zurigo, israelita, di Zurigo. Figlia di Berthold Bollag, commerciante di cereali, e di Julie nata Guggenheim. Siegfried Bloch, direttore dello Schweizerisches Sozialarchiv. Appartenente a una famiglia di commercianti all'ingrosso impoveriti, Rosa Bloch-Bollag lavorò come rappresentante di una gioielleria zurighese, il che indusse la Neue Zürcher Zeitung ad attribuirle il soprannome di Brillanten-Rosa. Inizialmente anarchica, si convertì progressivamente al marxismo rivoluzionario. Si distinse per la pronta intelligenza, il talento retorico, per le solide conoscenze teoriche e per l'instancabile azione agitatoria. Nel febbraio-marzo del 1918 fece parte del comitato di Olten. Bloch-Bollag svolse un ruolo di primo piano in seno al movimento femminista socialista. Nel giugno del 1918 guidò a Zurigo una dimostrazione di donne contro il rincaro; difese poi con pieno successo i diritti rivendicati davanti al Consiglio cantonale. Nello stesso anno divenne la prima presidentessa della commissione centrale dell'agitazione femminile del Partito socialista (PS), cui aveva aderito nel 1912, e assunse la redazione del giornale delle operaie Die Vorkämpferin, per il quale scrisse articoli apprezzati per l'impegno e la formulazione arguta. Dopo la scissione del PS nel 1920, dal 1921 fece parte del Partito comunista (PC), mentre suo marito rimase socialista. Morì nel 1922 in seguito a un'operazione al gozzo. Detestata e temuta dalla borghesia, Bloch-Bollag fu fra le donne più combattive e brillanti del movimento operaio zurighese e svizzero.

Riferimenti bibliografici

  • Volksrecht, 14.7.1922 (necrologio).
  • Vorwärts, 15.7.1922 (necrologio).
  • Jost, Hans Ulrich: Linksradikalismus in der deutschen Schweiz 1914-1918, 1973, S. 105.
  • Jost, Hans Ulrich: Die Altkommunisten, 1977.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Brillanten-Rosa (soprannome)
Rosa Bloch (nome da coniugata)
Rosa Bollag (nome alla nascita)
Dati biografici ∗︎ 30.6.1880 ✝︎ 13.7.1922

Suggerimento di citazione

Frei Berthoud, Annette: "Bloch-Bollag, Rosa", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 21.01.2021(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/009274/2021-01-21/, consultato il 05.03.2021.