de fr it

CarolineFarner

Fotografia di Caroline Farner, 1900 ca. (Archiv Gosteli-Foundation, Worblaufen).
Fotografia di Caroline Farner, 1900 ca. (Archiv Gosteli-Foundation, Worblaufen).

10.6.1842 Guntershausen bei Berg, 8.4.1913 Zurigo, riformata, di Oberstammheim, Zurigo e Gutenburg. Figlia di Jakob Farner, agricoltore e mugnaio, e di Margaretha Henrika nata Böschenstein. Nubile. Cresciuta a Guntershausen, dopo un soggiorno nella Svizzera occidentale Caroline Farner lavorò alcuni anni come insegnante in Scozia. Ottenuta la maturità nel 1871, studiò medicina all'Università di Zurigo (esame federale nel 1876, dottorato nel 1877). Dopo aver lavorato per un breve periodo come medica assistente all'ospedale generale di Vienna, aprì uno studio a Zurigo. Nel 1879 tenne le sue prime conferenze pubbliche sull'igiene. Nel 1886 aderì all'Unione delle donne svizzere, di cui divenne presidentessa. Affrontò i contrasti in seno al comitato direttivo ponendosi come portavoce della minoranza che cercava di collegarsi al movimento per la moralità e igienista. Auspicava di trasformare l'unione in un'organizzazione mantello, ma il suo progetto fallì ben presto poiché tutte le sezioni, eccettuata la Fraternité zurighese da lei presieduta, se ne staccarono. Fino al 1891 mantenne la presidenza della Fraternité, a nome della quale diresse nel decennio 1890-1900 una clinica ginecologica che aveva fondato a Zurigo e fino al 1907 una casa di cura per donne a Urnäsch. Dal 1890 al 1894 curò la pubblicazione della rivista Die Philanthropin. Nel 1892 fu accusata di appropriazione indebita insieme alla sua compagna, Anna Pfrunder. Il processo terminò nel 1893 con l'assoluzione, ma provocò nell'opinione pubblica violenti attacchi contro le donne emancipate e di formazione universitaria. In seguito a questa esperienza si ritirò dalla vita politica. Caroline Farner e Anna Pfrunder legarono il loro patrimonio alla Fondazione Anna Caroline, da loro istituita, che assegna borse di studio a studentesse universitarie.

Pagine tratte dal periodico Die Philanthropin, curato da Caroline Farner, annata V, n. 10 del 10 ottobre 1894 (Biblioteca nazionale svizzera, Berna, Rq 4717).
Pagine tratte dal periodico Die Philanthropin, curato da Caroline Farner, annata V, n. 10 del 10 ottobre 1894 (Biblioteca nazionale svizzera, Berna, Rq 4717). […]

Riferimenti bibliografici

  • Frauenbestrebungen, 1.7.1914; 1.8.1914.
  • Rohner, Hanny: Die ersten 30 Jahre des medizinischen Frauenstudiums an der Universität Zürich 1867-1897, 1972.
  • Mesmer, Beatrix: Ausgeklammert – Eingeklammert. Frauen- und Frauenorganisationen in der Schweiz des 19. Jahrhunderts, 1988, pp. 175-179.
  • Keller, Rosemarie: Ich bereue nicht einen meiner Schritte. Leben und Prozess der Ärztin Caroline Farner, 2001 (romanzo).
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 10.6.1842 ✝︎ 8.4.1913

Suggerimento di citazione

Regula Ludi: "Farner, Caroline", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.03.2021(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/009296/2021-03-24/, consultato il 29.06.2022.