de fr it

Hertenstein

Penisola e quartiere del com. di Weggis (LU), sul lago dei Quattro cant. Sulla punta sudoccidentale della penisola si trova la rovina di un castello, ancora inesplorata. Dalla fine del XV sec. le autorità lucernesi sfruttarono il tufo del Röhrli e i giacimenti di argilla con una fabbrica di laterizi. Per impedire l'aggiramento del dazio cittadino lucernese, dal 1590 fu introdotto a Zinnen un dazio per il trasporto via lago, riscosso però fino al 1692 in modo discontinuo. Il terreno, particolarmente fertile, si presta all'orticoltura e alla viticoltura. Verso il 1870 il re Ludovico II di Baviera fece progettare un parco con castello di campagna, mai realizzati. Lo Schlosshotel H., costruito negli anni 1875-1909 in stile neogotico, divenne presto uno dei più rinomati alberghi del luogo (demolito nel 1943). Nel 1921 ospitò l'imperatore Carlo I, espulso dall'Austria dopo la prima guerra mondiale. Dal 1909 al 1915 a H. ebbero luogo rappresentazioni teatrali all'aperto con la partecipazione di attori di fama intern. Nel 1916 le suore di Baldegg aprirono l'ist. femminile Stella Matutina, ampliato negli anni 1962-64; dal 1980 è una scuola per le cure a domicilio. Il musicista Sergej Rachmaninov si fece costruire nel 1933 da Alfred Möri e Karl-Friedrich Krebs la villa Senar in stile Bauhaus.

Riferimenti bibliografici

  • F. Glauser, «Der Gotthardtransit 1500-1660», in RSS, 29, 1979, 16-52, spec. 45
  • Weggis, Hertenstein/Rigi-Kaltbad, 1984
  • NZZ, 17.4.2003
Link
Controllo di autorità
GND