de fr it

Eigental

Alta valle con alpeggi a nord del massiccio del Pilatus, com. Schwarzenberg (LU); (1287: Oegental), a lungo chiamata Eiental. La valle apparteneva all'abbazia di Murbach, risp. al capitolo di Lucerna; fino al 1479 venne data in feudo come signoria giurisdizionale ai signori di Littau, in seguito, tra gli altri, ai cittadini lucernesi. Nel 1291 i diritti di signoria passarono agli Asburgo, unitamente ai beni di Murbach, che dal 1306 ca. entrarono a far parte del baliaggio di Rothenburg; nel 1415 tali diritti passarono a Lucerna. Nel 1381 alcuni abitanti dell'E. acquisirono la cittadinanza di Lucerna. Dal 1415 al 1482 la valle fece parte del baliaggio di Kriens-Horw, con l'eccezione dell'alpe di Lauelen, che dal 1378 appartenne a Nidvaldo. Nel 1453 la città di Lucerna acquistò l'E. e la assegnò all'ospedale cittadino; nel 1483 venne considerata come bene comune e fino al XVIII sec. fu inclusa nel suo territorio. Nel 1814 la valle fu reintegrata nella giurisdizione di Kriens, ma in seguito venne annessa alla parrocchia (1832) e al com. di Schwarzenberg (1845). La cappella, costruita nel 1517 (e ampliata nel 1581, 1584, 1749-53 e 1790), restò in possesso del com. di Lucerna e rappresentò dal XVI al XVIII sec. una nota meta di pellegrinaggi. Nel 1858 si inaugurò una casa di cura nello stabile che prima fungeva da casa cappellanica; dal 1892 in tutta l'E. si insediarono delle colonie di vacanza. Sull'alpe superiore si trovava il lago del Pilatus, oggetto di molte leggende. Dal 1875 le sorgenti dell'E. sono le principali fonti di acqua potabile della città di Lucerna. Verso il 1900 furono elaborati dei progetti per la costruzione di una diga. Dal 1904 l'E. possiede una piazza di tiro; oggi la valle è una riserva naturale e meta di escursioni.

Riferimenti bibliografici

  • J. Herzog, Aus der Geschichte des Eigentals, 1922
  • F. Glauser, J. J. Siegrist, Die Luzerner Pfarreien und Landvogteien, 1977
  • H. Horat, Die Marienkapelle im Eigental, 1986
  • «Eigental», in Mitteilungen der Naturforschenden Gesellschaft in Luzern, 32, 1991
Link
Controllo di autorità
GND