de fr it

LottiRuckstuhl

Lotti Ruckstuhl. Fotografia, 1975 ca. (Schweizerisches Sozialarchiv, Zurigo, F Fb-0011-10).
Lotti Ruckstuhl. Fotografia, 1975 ca. (Schweizerisches Sozialarchiv, Zurigo, F Fb-0011-10).

2.5.1901 Ulma, 8.6.1988 San Gallo, cattolica, di Braunau. Figlia di Viktor Thalmessinger, medico, e di Katharina nata Michel. Friedrich Ruckstuhl, medico. Trascorsa l'infanzia in Sudafrica, conseguì la maturità a Zurigo e studiò diritto ed economia politica a Zurigo, ottenendo il dottorato (1930) e la patente di avvocato (1933). Fu uditrice al tribunale distrettuale di Zurigo e, dal 1933 al 1937, consulente giuridica presso la Verkaufsstelle Schweizerischer Papierfabriken. Dal 1933 fece parte dell'Unione svizzera delle donne cattoliche, dove si impegnò per un'apertura nei confronti delle questioni politiche e nel 1948 fondò la commissione giuridica. Rappresentò inoltre l'Unione nella Commissione federale di esperti incaricata della revisione del diritto di famiglia (1957-1965) e nella Commissione federale delle finanze (1969-1973). Nel 1958 collaborò alla Saffa. Presidentessa dell'Associazione svizzera per il suffragio femminile (1960-1968), Lotti Ruckstuhl si distinse per l'abile uso dei media. Nel 1978 fu insignita del premio Ida Somazzi.

Riferimenti bibliografici

  • Ruckstuhl, Lotti: Frauen sprengen Fesseln. Hindernislauf zum Frauenstimmrecht in der Schweiz, 1986.
  • Archiv Gosteli-Foundation, Worblaufen, Note biografiche.
  • Neue Zürcher Zeitung, 10.6.1988 (necrologio).
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Charlotte Thalmessinger (nome alla nascita)
Lotti Thalmessinger
Lotti Ruckstuhl-Thalmessinger
Dati biografici ∗︎ 2.5.1901 ✝︎ 8.6.1988

Suggerimento di citazione

Ludi, Regula: "Ruckstuhl, Lotti", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.02.2021(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/009376/2021-02-24/, consultato il 21.04.2021.