de fr it

ElisabethZellweger

2.3.1884 Reute (AR), 15.7.1957 Basilea, rif., di Trogen e Basilea. Figlia di Otto (->) e di Lily (->). Nubile. Si formò come operatrice sociale a Berlino e Londra. Governante del padre (1914-33), fu al contempo attiva come giornalista a Basilea. Collaborò al quotidiano Basler Nachrichten e fu redattrice dell'organo del movimento per la moralità Aufgeschaut! Gott vertraut! (dal 1923) e delle riviste Die Evangelische Schweizerfrau (1947-51) e Der Schweizerische Beobachter (dal 1951). Fu cofondatrice (1916) e prima pres. (fino al 1918) della Centrale delle ass. femminili di Basilea, membro del comitato direttivo (dal 1918) e pres. dell'Alleanza delle soc. femminili sviz. (1920-29). Per lungo tempo fece inoltre parte del comitato direttivo del Consiglio intern. delle donne, di cui fu segr. (1930-36) e vicespres. (dal 1936). Cofondatrice dell'Ass. sviz. per la Missione interna e le attività caritatevoli (1927), presiedette l'Unione sviz. per il soccorso femminile (1946-49). Femminista di ispirazione fortemente religiosa, promosse l'unione delle ass. femminili rif. nella Federazione sviz. delle donne prot., realizzata nel 1947. Nel 1936 fu eletta nel sinodo della Chiesa evangelica rif. di Basilea.

Riferimenti bibliografici

  • Racc. biografica presso Fondazione Gosteli, Worblaufen
  • Basler Jahrbuch 1957, 1958, 82-85
  • Die Evangelische Schweizerfrau, 7, 1957, 6-9
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 2.3.1884 ✝︎ 15.7.1957

Suggerimento di citazione

Ludi, Regula: "Zellweger, Elisabeth", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 05.02.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/009413/2014-02-05/, consultato il 03.12.2020.