de fr it

MaxTerpis

1.3.1889 Zurigo, 18.3.1958 Zollikon, rif., di Zurigo. Figlio di Wilhelm Pfister, rilegatore e proprietario di una cartoleria, e di Mina Meyer. Celibe. Studiò architettura al Politecnico fed. di Zurigo e, dal 1922, danza con Suzanne Perrottet a Zurigo e Mary Wigman a Dresda. Nel 1923-24 fu direttore del corpo di ballo e primo ballerino alle Städtische Bühnen di Hannover e dal 1924 al 1930 guidò il corpo di ballo della Deutsche Staatsoper di Berlino, coniugando con successo balletto e danza espressiva. Diresse inoltre una propria scuola di ballo a Berlino fino al 1939, prima di tornare in Svizzera e divenire regista e coreografo a Basilea, Berna e Milano e, dal 1945 al 1952, professore incaricato alle Univ. di Zurigo e Berna. In seguito studiò psicologia all'ist. zurighese di psicologia applicata, svolgendo il lavoro di diploma sul test della piramide cromatica, da lui sviluppato.

Riferimenti bibliografici

  • Tanz und Tänzer, 1946
  • Fondo presso Collez. sviz. del teatro, Berna
  • W. M. Schede, Farbenspiel des Lebens, 1960
  • DTS, 1832 sg.
  • E. Frasson, Max Terpis, Tanz und Tänzer, tesi dottorato Venezia, 2005
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Max Pfister (nome alla nascita)
Dati biografici ∗︎ 1.3.1889 ✝︎ 18.3.1958

Suggerimento di citazione

Pellaton, Ursula: "Terpis, Max", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 29.04.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/009566/2011-04-29/, consultato il 27.09.2021.