de fr it

Camere del lavoro

Alla fine del XIX sec., le disuguaglianze sociali sempre più profonde portarono alla realizzazione sia in Europa sia in Svizzera di strutture in grado di facilitare e coordinare le informazioni e le misure che riguardavano il lavoro e la disoccupazione. Organizzate in genere su base paritaria (operai e padroni) e sovvenzionate dal settore pubblico, tali istituzioni esistevano a Ginevra (Chambre de travail, 1895-1911), a Zurigo (Arbeitskammer, 1897-1901) e a Neuchâtel (Chambre du commerce, de l'industrie e du travail, 1891-1932). Nel XX sec. alcune scomparvero o si trasformarono in Uffici del lavoro (Ginevra); altre costituirono invece org. sindacali operaie, come ad esempio a Zurigo (1901), nel Ticino, con la fondazione della Camera del lavoro (1902), e nel cant. Vaud, con la creazione della Chambre vaudoise du travail (1937).

Riferimenti bibliografici

  • HWSVw, 1, 212-217
  • Lutte syndicale, 20.2.1937
  • AA. VV., Camera del Lavoro 1902-1982, 1982
  • Gruner, Arbeiterschaft, 3, 1988, 388, 742-745, 922, 938
  • Hist.NE, 3, 13, 162

Suggerimento di citazione

Perrenoud, Marc: "Camere del lavoro", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.05.2005(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/009831/2005-05-24/, consultato il 25.11.2020.