de fr it

BernardKälin

21.3.1887 (Josef Martin) Einsiedeln, 20.10.1962 Muri (AG), catt., di Einsiedeln. Figlio di Josef Maria, commerciante, e di Anna Verena Schön. Dopo il liceo presso la scuola del convento di Einsiedeln (1899-1907), nel 1908 entrò nel monastero benedettino di Muri-Gries a Bolzano, dove nel 1909 professò i voti con il nome di Bernard e nel 1912 fu ordinato sacerdote. Studiò poi filosofia e storia a Friburgo (1912-13), conseguendo il dottorato nel 1918. Autore di manuali per l'insegnamento della filosofia nei licei catt., fu insegnante (1913-45) al collegio di Sarnen (scuola cant. di Obvaldo), che diresse negli anni 1929-45, e pres. della conferenza sviz. dei direttori di liceo (1943-45). In seguito fu abate del convento di Muri-Gries (1945-47) e abate primate dell'ordine dei benedettini a S. Anselmo (Roma), dove si distinse quale preposto alle costruzioni (rinnovo della chiesa abbaziale e costruzione di auditori) e fondatore dell'Ist. monastico per lo studio del monachesimo. Dopo estenuanti trattative con il congresso degli abati, nel 1952 fu emanata la Legge propria della Conf. benedettina, che stabiliva chiaramente la struttura federativa dell'ordine e ne regolava i rapporti con la curia romana. Nel dopoguerra effettuò lunghi viaggi per rinsaldare i legami tra i diversi monasteri e promuovere il Pontificio Ateneo di S. Anselmo.

Riferimenti bibliografici

  • Erbe und Auftrag, 1962, 51-67
  • Schweizerische Kirchenzeitung, 130, 1962, 540 sg.
  • Jahresbericht des Kollegiums Sarnen, 1963, 105-111
  • HS, III/1, 950 sg.
  • S. Leimgruber, Ethikunterricht an den katholischen Gymnasien und Lehrerseminarien der Schweiz, 1989
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 21.3.1887 ✝︎ 20.10.1962
Classificazione
Religione (cattolicesimo)