de fr it

GustavKeckeis

27.3.1884 Basilea, 10.3.1967 Basilea, catt., di Basilea. Figlio di Johannes Karl, imprenditore edile, e di Marie Therese Nesler. (1915) Régine Barth. Studiò diritto e filologia tra l'altro a Basilea e Berna, conseguendo il dottorato in lettere nel 1907. Libraio (in particolare a Lipsia, Monaco, Londra e Friburgo in Brisgovia), divenne direttore editoriale e direttore delle edizioni Herder a Friburgo in Brisgovia (1918-34). Dal 1935 al 1957 diresse e sviluppò la casa editrice Benziger di Zurigo. Per i tipi delle edizioni Encyclios pubblicò lo Schweizer Lexikon in sette volumi (1945-48) e il Lexikon der Frau in due volumi (1957-58), opere pionieristiche nel campo dell'editoria. Debuttò in campo letterario con il volume di racconti Von jungen Menschen (1906). Più tardi fu autore di romanzi, tra cui Die spanische Insel (1926-28), incentrato sulla figura di Cristoforo Colombo, Das kleine Volk (1939), di stampo antifascista, e Die fremde Zeit (1947), un'opera autobiografica a sfondo sociale. Fu pres. dell'Ass. sviz. dei librai e degli editori (1939-41). Maggiore di fanteria.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso ZBZ
  • B. Mariacher (a cura di), Dichterisch wohnet der Mensch, 1954
  • NDB, 11, 388
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 27.3.1884 ✝︎ 10.3.1967

Suggerimento di citazione

Linsmayer, Charles: "Keckeis, Gustav", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 26.11.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/009897/2014-11-26/, consultato il 26.07.2021.