de fr it

EmilioZanini

10.12.1866 Cavergno (oggi com. Cevio), 28.5.1922 Locarno, catt., di Cavergno. Figlio di Giovanni e di Maria Domenica Dadò. (1900) Vittoria Lotti, figlia di Giovan Battista, medico. Insegnò letteratura it. a Mendrisio al collegio dei padri serviti e a Locarno alla scuola normale e al Collegio assunzionista di S. Carlo. Fu autore di liriche e traduzioni, interamente in dialetto di Cavergno, tra cui spiccano una novella del Decameron di Giovanni Boccaccio e la versione dell'episodio dantesco del conte Ugolino (1918). Il suo testo creativo più notevole è La mort dlu marì ("La morte del marito", 1897). Ai suoi testi Carlo Salvioni, di cui fu amico, dedicò uno studio pubblicato nell'Archivio glottologico it. (1902, 1904 e 1905).

Riferimenti bibliografici

  • Cavergno e il suo dialetto: raccolta di poesie, a cura di F. Dalessi, 1983
  • G. Orelli, Svizzera italiana, 1986, 119-122
  • R. Martinoni, M. Vicari, «Una versione in dialetto di Cavergno (Valmaggia) dell'episodio dantesco del conte Ugolino (Inferno, XXXIII, 1-78)», in Vox Romanica, 47, 1988, 59-81
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 10.12.1866 ✝︎ 28.5.1922

Suggerimento di citazione

Barelli, Stefano: "Zanini, Emilio", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 11.02.2014. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/010147/2014-02-11/, consultato il 30.10.2020.