de fr it

Schwarzenburgerland

Regione del cant. Berna, circoscrizione amministrativa Berna-Mittelland, che comprende l'area collinare prealpina tra la Sense (confine con il cant. Friburgo) e il torrente Schwarzwasser, dalla loro confluenza a nord fino alla catena dello Stockhorn, e il villaggio di Albligen a ovest della Sense. Nel ME la parte settentrionale era chiamata Interaquas risp. Undernwassern (1306). L'area era nota come baliaggio o territorio di Grasburg dal 1423, di Schwarzenburg dal 1575 ca. e distr. di Schwarzenburg nel XIX sec. Con lo sviluppo del turismo di giornata negli anni 1920-40 si affermò la denominazione di S., la pianificazione regionale creò quella di regione dello Schwarzwasser, nome dell'ass. fondata nel 1975 con sette com. della valle della Gürbe.

Copertina di una cartina panoramica con consigli per i viaggiatori e proposte di itinerari escursionistici, pubblicata attorno al 1955 dalla Polygraphische Gesellschaft Laupen-Bern (Bernisches Historisches Museum).
Copertina di una cartina panoramica con consigli per i viaggiatori e proposte di itinerari escursionistici, pubblicata attorno al 1955 dalla Polygraphische Gesellschaft Laupen-Bern (Bernisches Historisches Museum). […]

Il crinale dell'Egg divide una zona di alpicoltura e selvicoltura a sud, popolata tardivamente, da una zona di campicoltura a nord, percorsa precocemente e colonizzata già in epoca romana e altomedievale. Nel pieno ME lo S., cristianizzato tra l'VIII e il IX sec., era un'area di frontiera, come attestato dalla presenza di fortificazioni lungo la Sense e dalla fortezza di Grasburg. Territorio dell'Impero nel XIII sec., dal 1310 al 1423 passò sotto il controllo dei Savoia, rivali degli Asburgo. Nel 1423 Friburgo e Berna cercarono di comporre l'antico conflitto tra est e ovest per il territorio tra la Sense e la Sarina con l'istituzione di un baliaggio comune. Regione prealpina, lo S. è caratterizzato da insediamenti sparsi situati a 600-1200 m; solo Schwarzenburg e Albligen sono villaggi medievali. Analogamente all'area alpina, nello S. la pop. rurale era organizzata in comunità rette da Ammänner che agivano in maniera autonoma, come in occasione dell'alleanza di Guggisberg con Berna (1330). Strutture comunitarie continuarono a sussistere nelle due giurisdizioni.

Diversamente dalla regione alpina, lo S. continuò a praticare la cerealicoltura per l'autoapprovvigionamento e dal XV sec. si aggiunsero anche l'allevamento e l'economia lattiera. In quel periodo la parte meridionale venne dissodata e furono creati pascoli privati, i cosiddetti maggenghi. Nel 1544 nello Scheidwald i maggenghi furono separati dai beni rimasti comuni, sfruttati da tutti gli ab. dello S. Non è attestato il dissodamento degli alpeggi situati a una quota superiore. All'inizio del XV sec. Schwarzenburg divenne un mercato di bestiame e formaggi di importanza sovraregionale, Riffenmatt un mercato locale di ovini. Dal XVI sec. l'amministrazione del baliaggio autorizzò l'insediamento di poveri sui beni comuni, fondando i piccoli villaggi di indigenti tra Guggisberg e Rüschegg. Nel XIX sec. lo S. divenne la regione più povera del cant. Berna, a causa della forte crescita della pop., di cattivi raccolti e di una legislazione fallimentare in materia di assistenza pubblica. Dopo l'abolizione dell'antica libertà di circolazione nello S. (1819), gli indigenti si concentrarono soprattutto a Guggisberg. L'introduzione dell'industria a domicilio per incoraggiare l'economia non ebbe successo e molti furono costretti all'emigrazione. Con la strada carrozzabile Berna-Schwarzenburg (1824), un ponte in ferro sopra lo Schwarzwasser (1882), la linea ferroviaria Berna-Schwarzenburg (1907), il servizio di autopostali verso Albligen (dal 1922) e Rüschegg (1922-28) e un ponte in cemento sullo Schwarzwasser (1979), Berna iniziò a collegare alla rete viaria questo territorio frastagliato da gole, favorendo lo sviluppo artigianale e industriale di Schwarzenburg. A Guggisberg e Rüschegg l'agricoltura rimase la principale attività economica. All'inizio del XXI sec. ferrovia e autobus venivano utilizzati da molti pendolari. L'ampliamento della rete stradale nello S., spec. nelle regioni di montagna, promosse lo sviluppo del turismo nel XX sec.; le piazze di esercitazione militari lungo la Sense e lo Schwarzwasser e sul Gantrisch contribuirono alla conservazione delle aree naturali e all'apertura di zone di svago, comprensori sciistici e aree per escursioni e arrampicate per la grande regione Friburgo-Berna-Thun. Dopo il 1831 furono istituiti i com. politici di Albligen, Wahlern (con il villaggio di Schwarzenburg) e Guggisberg, i cui confini corrispondevano a quelli dei rispettivi com. parrocchiali. Nel 1860 Rüschegg si separò dal com. politico e parrocchiale di Guggisberg. Nel 2011 Wahlern e Albligen si unirono per dare vita al com. di Schwarzenburg.

Riferimenti bibliografici

  • E. W. Stalder, Das Schwarzenburgerland, 1968
  • Planungsverband Region Schwarzwasser, Entwicklungskonzept 2005, 1991
  • W. Gilgen, Geliebtes Schwarzenburgerland, 1991
Link
Controllo di autorità
GND

Suggerimento di citazione

Dubler, Anne-Marie: "Schwarzenburgerland", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 11.11.2016(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/010297/2016-11-11/, consultato il 21.10.2020.