de fr it

Ammiano Marcellino

330 ca. Antiochia (oggi Antakya, Turchia), dopo il 392 forse a Roma. Fu ufficiale di Stato maggiore (protector domesticus) nell'esercito del condottiero Ursicinus, che nel 355 combatté l'usurpatore franco Silvanus a Colonia; nel 363 partecipò, con l'imperatore Giuliano, alla campagna di Persia. Stabilitosi a Roma, fornì una rappresentazione della storia di Roma (Res Gestae) dall'ascesa di Nerva al trono imperiale nel 96 fino alla morte di Valente nel 378, continuando così l'opera di Tacito. Nei capitoli che ci sono stati tramandati, concernenti il periodo 353-378, oltre alle campagne militari dei Romani vengono descritte le regioni del Reno e del lago di Costanza, Aventicum (a quel tempo già semidistrutta), nonché le opere di difesa innalzate dall'imperatore Valentiniano I lungo il Reno.

Riferimenti bibliografici

  • Storie, a cura di M. Caltabiano, 1989
  • G. Sabbah, La méthode d'Ammien Marcellin, 1978
  • K. Rosen, Ammianus Marcellinus, 1982
  • J. Matthews, The Roman Empire of Ammianus, 1989
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ ca. 330 ✝︎ dopo il 392