de fr it

Vissaula

Fam. di notabili di Morat, chiamata anche Fitzaula. Nel 1589 Stefan, probabilmente di origine irlandese, e suo figlio Peter acquistarono la cittadinanza di Morat. Dal XVII sec. al 1870 i loro discendenti ricoprirono importanti cariche nella città e nel baliaggio di Morat. Peter, un abiatico di Stefan, fu membro del Consiglio dei Dodici (Piccolo Consiglio) e borgomastro (1635). Suo fratello Wilhelm, entrato al servizio dell'Impero, ottenne un titolo nobiliare e, nel 1637, un blasone per la fam. Uno degli abiatici di Peter si trasferì in India, dove si arricchì e fu assassinato. Divenuti benestanti grazie all'attività di notai e amministratori e alla loro politica matrimoniale, tra il 1750 e il 1830 i V. raggiunsero l'apice della loro importanza, spec. con Johann David (->), Johann Abraham (1731-1807) e suo figlio omonimo (->). A causa di investimenti sbagliati, tra l'altro nel commercio di orologi, dal 1850 iniziò il declino economico della fam., che si estinse nel 1921 con la morte di Anna-Louise, nubile.

Riferimenti bibliografici

  • AFam Faucherre (Vissaula) e registri delle cariche presso ACit Morat
  • J. F. L. Engelhard, Der Stadt Murten Chronik und Bürgerbuch, 1828 (rist. 1978)
  • M. F. Rubli, Murten im Wandel, 1983
  • M. F. Rubli, «Von Vissaula zu Vissaula», in Pouvoirs et société à Fribourg sous la Médiation (1803-1814), a cura di F. Python, 2005, 49-75