de fr it

HeinrichAberli

Attestato tra il 1522 e il 1526 a Zurigo, di Zurigo. Panettiere. Fanatico seguace di Zwingli, nel 1522 partecipò all'azione di violazione della quaresima presso la tipografia di Christoph Froschauer, disturbando inoltre i frati durante le loro prediche. Prese parte all'organizzazione di una dimostrazione evangelica e ai moti iconoclastici. Ebbe contatti con i rif. zurighesi che nel 1524 inviarono rinforzi a Waldshut (D), città rif. minacciata dall'Austria, e fu tra i firmatari della lettera del 5.9.1524 a Thomas Müntzer. Nel 1525 si fece battezzare a Zollikon da Jörg Blaurock secondo i riti degli Anabattisti. Cofondatore della scuola biblica per laici legata ad Andreas Castelberger, ospitò Balthasar Hubmaier, profugo di Waldshut, e condusse la propria moglie a Hallau perché fosse battezzata. Nonostante il fervore religioso che lo animava, dopo qualche tempo giunse alla conclusione che la sua missione non fosse battezzare, "ma fare il pane".

Riferimenti bibliografici

  • Archiv für österreichische Geschichte, 7
  • L. von Muralt, W. Schmid (a cura di), Quellen zur Geschichte der Täufer in der Schweiz, 1, 19742, 405
  • C. Hege, C. Neff (a cura di), Mennonitisches Lexikon, 1, 1913, 11
Link
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1522 Ultima menzione 1526

Suggerimento di citazione

J. Gerber, Ulrich: "Aberli, Heinrich", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 05.06.2001(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/010495/2001-06-05/, consultato il 20.06.2021.