de fr it

BalthasarAmbuel

1583 ca., prima del 10.10.1660, rif., di Sion e Berna. Figlio di Stefan, capitano, e di Margareta von Riedmatten, sorella di Hildebrand, vescovo di Sion. 1) (1602) Barbilia Ducomin, figlia di Johann, di Ginevra e Sion; 2) (1633 ca.) Verena Schmid, originaria del Goms. Locandiere a Sion dal 1603, fu membro della Dieta vallesana a partire dal 1609. Fu borgomastro (1609, 1623-24, 1627-28 e 1636-38) e grancastellano di Sion (1631-35, 1647-50) e governatore di Monthey (1621-23). Dal 1623 al 1651 rivestì il grado di colonnello del basso Vallese (nid der Mors). Fece una brillante carriera militare: capitano nel 1616, verso il 1624 divenne colonnello al servizio della Savoia; fu poi nominato governatore di Acqui, nel Monferrato, e cavaliere dell'ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro. Al servizio della Francia (1635-37 e dal 1641) compì spedizioni in Lorena, nelle Fiandre e in Spagna. Convinto difensore della dottrina prot. e contrario al potere temporale del vescovo di Sion, lasciò il Vallese. Ottenuta la cittadinanza di Berna nel 1652, acquistò il castello di Gerzensee.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo Ambuel presso AEV
  • von Roten, Landeshauptmänner, 464 sg.

Suggerimento di citazione

Ammann, Hans-Robert: "Ambuel, Balthasar", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 17.07.2001(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/010514/2001-07-17/, consultato il 30.10.2020.