de fr it

AdolfChrist

Fotografia anonima del 1870 ca. (Universitätsbibliothek Basel).
Fotografia anonima del 1870 ca. (Universitätsbibliothek Basel).

31.1.1807 Basilea, 18.10.1877 Basilea, rif., di Basilea. Figlio di Remigius, fabbricante di nastri. Carolina Sarasin, sorella del borgomastro di Basilea Felix Sarasin. Dopo la maturità e una formazione come fabbricante di nastri nell'azienda paterna e a Lione, viaggiò in Francia, Belgio, Inghilterra, Germania e Italia. Dal 1831 si impegnò in ambito sociopolitico come membro della Soc. di beneficenza e di utilità pubblica (pres. nel 1838), occupandosi in particolare delle abitazioni per gli operai. Giudice dal 1835 al 1847, da ultimo del tribunale d'appello di Basilea, fu Granconsigliere basilese dal 1835 al 1877 e fece parte del Piccolo Consiglio dal 1847 fino alla revisione costituzionale del 1875, presiedendo i collegi della giustizia (introduzione del registro fondiario e dell'assicurazione malattia obbligatoria, processo di fortificazione contro Basilea Campagna) e della scuola (lotta contro la riforma ecclesiastica, formazione di un clero prot. ortodosso). Fu inoltre membro del collegio dell'educazione, all'interno del quale difese l'Univ., nonché membro (dal 1840) e pres. (1854-77) della Missione di Basilea, per la quale raccolse instancabilmente fondi, fra l'altro per la costruzione della Casa della missione (1858-60). Fu il primo pres. della sezione per la Svizzera ted., fondata nel 1873, dell'Alleanza evangelica sviz. Politico evangelico-conservatore molto influente, legato al movimento del Risveglio, fu autore di biografie di missionari.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso UBB
  • E. His, Basler Staatsmänner des 19. Jahrhunderts, 1930, 165-176
  • M. Raith, «A. Christ», in Der Reformation verpflichtet, 1979, 97-104
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF