de fr it

JohannesFroben

Emblema dello stampatore basilese. Tempera su tela, progetto realizzato nel 1523 da Hans Holbein il Giovane (Kunstmuseum Basel; fotografia Martin Bühler).
Emblema dello stampatore basilese. Tempera su tela, progetto realizzato nel 1523 da Hans Holbein il Giovane (Kunstmuseum Basel; fotografia Martin Bühler). […]

ca. 1460 Hammelburg (Franconia), 26.10.1527 Basilea, dal 1490 cittadino di Basilea. 1) una donna sconosciuta; 2) (1510) Gertrud, figlia di Wolfgang Lachner. Dopo un periodo di garzonato presso il tipografo Anton Koberger a Norimberga, si trasferì a Basilea. La sua prima realizzazione fu una Bibbia lat. (1491). Fino al 1511 stampò i lavori più impegnativi in collaborazione con Johannes Amerbach e Johannes Petri. Nel 1507 acquistò da Amerbach l'officina Zum Sessel. Il primo sviluppo della sua impresa coincise con l'avvio della collaborazione con Wolfgang Lachner; il secondo, più importante, si deve al filologo Beatus Rhenanus, che promosse la ristampa degli Adagia di Erasmo da Rotterdam (1513), alla quale collaborò; ciò portò poi lo stesso Erasmo, tramite Rhenanus, a soggiornare a Basilea (1514/15 e dal 1518 al 1529). Quasi la metà delle prime edizioni delle opere di Erasmo, oltre alle sue edizioni greche e lat. dei principali Padri della Chiesa, uscì da allora presso F. Nonostante F. conoscesse il lat. probabilmente solo in parte, la sua tipografia divenne uno dei centri della stampa umanistica in lat., greco e - attraverso Conrad Pellican e Sebastian Münster - ebraico. Poco numerose furono per contro le stampe di opere della Riforma. F., che fin dal 1517 aveva relazioni d'affari con il mercato librario it. grazie alla stampa delle opere di Erasmo, sull'esempio di Aldo Manuzio introdusse a nord delle Alpi il carattere romano per la stampa in-folio e in-quarto e, dal 1520 ca., il più maneggevole ed economico formato in-ottavo. Ancora per impulso di Beatus Rhenanus, l'officina divenne un centro per il corredo iconografico dei libri in epoca rinascimentale: Urs Graf, Ambrosius e Hans Holbein realizzarono frontespizi, marchi tipografici e serie di iniziali, poi incisi in officina da Hans Herman e Hans Lützelburger (su legno) e da Jakob Faber e da un artista dal monogramma CV (su metallo).

Riferimenti bibliografici

  • NDB, 5, 638-640
  • J. Benzing, Die Buchdrucker des 16. und 17. Jahrhunderts im deutschen Sprachgebiet, 19822
  • Erasmus von Rotterdam, cat. mostra Basilea, 1986
  • Lexikon des gesamten Buchwesens, 3, 19912, 64
  • K. Crousaz, Erasme et le pouvoir de l'imprimerie, 2005
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ ca. 1460 ✝︎ 26.10.1527