de fr it

LukasGernler

Ritratto acquerellato su rame, inciso da Johann Jakob Thurneysen sulla base di un dipinto eseguito verso il 1670 da Rudolf Werenfels (Universitätsbibliothek Basel, Porträtsammlung).
Ritratto acquerellato su rame, inciso da Johann Jakob Thurneysen sulla base di un dipinto eseguito verso il 1670 da Rudolf Werenfels (Universitätsbibliothek Basel, Porträtsammlung).

19.8.1625 Basilea, 9.2.1675 Basilea, rif., di Basilea. Figlio di Johann, arcidiacono, e di Maria Just. Maria Magdalena, figlia di Theodor Zwinger . Dopo gli studi di teol., fece un viaggio di studio di tre anni che lo portò a Ginevra, Parigi, in Inghilterra e nei Paesi Bassi. Tornato a Basilea (1648), divenne predicatore di corte presso il tenente generale Johann Ludwig von Erlach a Breisach (1649) e in seguito diacono generale (1650-53), arcidiacono e antistite (dal 9.2.1655 alla morte) presso la cattedrale cittadina. Professore di dogmatica e controversistica (1656), conseguì il dottorato e divenne professore di Antico Testamento (dal 1665). La sua principale opera letteraria sono le Disputationes exegeticae in confessionem helveticam, un'interpretazione frammentaria della seconda Confessione elvetica pubblicata a intervalli irregolari dal 1661. Fu fortemente coinvolto nella formulazione del Syllabus controversiarum religionis (1662), un'esposizione della dottrina della Chiesa rif. in 588 tesi, destinata alle disputazioni acc., e alla stesura della Formula consensus ecclesiarum helveticarum reformatarum, l'ultima formulazione della dottrina rif. Con la sua teol. strettamente ortodossa e antiunionista perseguì obiettivi di riforma e di rafforzamento delle strutture ecclesiastiche. Si occupò inoltre di migliorare la morale pubblica e la scuola nella sua città. Curò la riedizione del manuale religioso Das grössere Geistliche und Herzliche Kleinod der Kirchen Gottes (1666) per promuovere l'insegnamento cristiano. Fra i massimi predicatori del suo tempo, fu un rappresentante battagliero della stretta ortodossia rif. Malgrado si sia opposto all'assolutismo statale, la sua attività ecclesiastica e teol. presenta tratti assolutistici.

Riferimenti bibliografici

  • M. Geiger, Die Basler Kirche und Theologie im Zeitalter der Hochorthodoxie, 1952 (con bibl.)
  • Basilea reformata 2002, 2002, 177
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF