de fr it

Hans JakobGessner

1639 Zurigo, 13.1.1704 Zurigo, rif., di Zurigo. Figlio di Jakob e di Elisabeth Esslinger. 1) (1667) Barbara nata G., figlia di Salomon, pastore rif.; 2) (1682) Verena Müller, figlia di Jakob, antistite. Studiò teol. a Ginevra (tra l'altro con François Turrettini) e, dopo un viaggio attraverso la Francia e i Paesi Bassi (1659-63), a Groninga. Consacrato nel 1664, fu catechista a Zurigo-Unterstrass e ad Aussersihl (dal 1664), diacono della chiesa di S. Pietro (1671) nonché arcidiacono e canonico del Grossmünster di Zurigo (1682). Rappresentante di una rigida ortodossia religiosa, ebbe alcuni dissidi con sostenitori di altre idee, per esempio con Johannes Lavater (1669-70). Nella sua attività di pubblicista, polemizzò con autori catt. (Clerus pacificus, 1685) e denunciò le persecuzioni contro i prot. in tutta Europa (Herzensseuffzer, 1688). Nel 1703 pubblicò una dossologia (glorificazione) di Cristo in tre volumi.

Riferimenti bibliografici

  • H. J. Leu, Allgemeines helvetisches, eydgenössisches, oder Schweitzerisches Lexicon, 8, 1754, 479
  • Livre du Recteur, 3, 455
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1639 ✝︎ 13.1.1704