de fr it

Friedrich EmanuelHurter

19.3.1787 Sciaffusa, 28.8.1865 Graz, rif., dal 1844 catt., di Sciaffusa. Figlio di David (->). Fratello di Franz (->). (1820) Henriette Ammann. Dal 1804 studiò teol. e storia a Gottinga. Superato l'esame di Stato di teol. a Sciaffusa (1807), fu pastore di Beggingen (1808), Löhningen (dal 1810) e della collegiata di Sciaffusa (dal 1824). In occasione della separazione definitiva fra il cant. e la città di Sciaffusa nel 1831, difese energicamente e con successo gli interessi conservatori della città rispetto a quelli del contado. Antiste della Chiesa rif. cant. (1835), nel 1836 stese la bozza di un decreto governativo che prevedeva il ripristino delle funzioni religiose catt. a Sciaffusa. Nel 1838-39 fu inviato dai catt. in missione diplomatica presso il principe Klemens Wenzel di Metternich a Milano e a Vienna. Nella disputa argoviese sui conventi si schierò per il mantenimento dell'abbazia di Muri. Ne scaturirono astiose polemiche che sollevarono dubbi sulla stessa fedeltà di H. alla fede rif.; H. redasse così un documento contro i suoi avversari (1840), rinunciò a tutte le cariche ecclesiastiche (1841) e durante un viaggio in Italia si convertì al cattolicesimo (1844). Storiografo imperiale alla corte di Vienna dal 1846, nel 1852 venne elevato a membro della nobiltà austriaca. Ostile al radicalismo dei liberali, si impegnò a favore dello status quo conservatore.

Riferimenti bibliografici

  • Archivio del convento benedettino di Muri-Gries presso Collegio benedettino, Sarnen
  • Hurteriana presso ACit Sciaffusa
  • P. Vogelsanger, Weg nach Rom, 1954 (con elenco delle op.)
  • Schaffhauser Biographien des 18. und 19. Jahrhunderts, parte 1, 1956, 210-227
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 19.3.1787 ✝︎ 28.8.1865