de fr it

Achard

Fam. originaria di Die, nel Delfinato (F). Jean-François e Abraham, rifugiatisi a Ginevra per motivi religiosi, divennero cittadini di Ginevra risp. nel 1697 e nel 1699. Da allora gli A. si legarono alle fam. ginevrine Brochet, Rigaud e Trembley. I discendenti di Abraham emigrarono in Prussia, dove molti di loro si distinsero come pastori rif. e uomini di scienza (Antoine, ->; François, ->). Gli A. rimasti a Ginevra operarono invece nel commercio e in campo bancario; diversi di loro presero parte alle lotte politiche del Settecento e dell'Ottocento. Nel 1766 Philippe (1713-1771) assunse la carica di commissario dei Représentants. Nel 1782 i suoi figli si schierarono invece con l'aristocrazia. Jacques (1747-1828) fece parte del Consiglio dei Duecento (1775-92); eletto al Piccolo Consiglio nel 1782, rinunciò tuttavia alla carica. Jean (1755-1821), membro del Comitato di sicurezza (1782), presiedette a più riprese la Soc. economica, che dopo la Rivoluzione assunse la gestione dei beni della Repubblica. Attivi anche durante la Restaurazione, gli A. lasciarono ogni carica dopo il 1846, dedicandosi in seguito alle professioni liberali.

Riferimenti bibliografici

  • Genealogia, ms. Geisendorf, presso AEG