de fr it

Neu-Falkenstein

Rovine di una fortezza situate su uno sperone roccioso a nord della località solettese di Sankt Wolfgang (com. Balsthal, SO). Il complesso è costituito da due edifici principali, un cortile d'armi e un insieme di ostacoli difensivi. Il settore occidentale è dominato da un mastio a pianta circolare, mentre la parte orientale, più antica, presenta le fondamenta di un'ala residenziale a forma di trapezio. Sono stati rinvenuti resti di una cappella e di vari edifici abitativi e utilitari. Sul terreno antistante si trovano giardini terrazzati di epoca moderna e tracce di un bastione adibito a postazione di cannoni. Le origini della fortezza di N. risalgono probabilmente all'XI sec.; non è però possibile attestare con certezza la presenza di una fam. di nobili. Dalla fine del XII sec. i baroni von Bechburg furono proprietari della fortezza, che passò poi sotto la sovranità feudale dei conti von Frohburg e del vescovo di Basilea (1374). In seguito alla violazione della pace territoriale da parte di Henmann von Bechburg, la fortezza fu assediata e parzialmente distrutta. Una volta ricostruita, quest'ultimo la cedette in pegno a Rutschmann von Blauenstein (1380), il cui figlio Hans la vendette poi a Soletta (1402). Sede del baliaggio di Falkenstein fino al 1798, la fortezza fu più volte ristrutturata e ampliata fino alla sua distruzione durante la Rivoluzione elvetica. Nel 1938-39 venne riportata alla luce e restaurata.

Riferimenti bibliografici

  • W. Meyer, Burgen von A bis Z, 1981, 210-213
Link
Controllo di autorità
GND