de fr it

Rietberg

Vasto complesso fortificato nel com. di Domleschg (GR), situato ai margini del Rietbachtobel, che taglia in due la fertile pianura della Domigliasca a nord di Pratval. Nel nucleo si trova una torre quadrangolare del XIII sec., con mura di uno spessore di 2,5 m, la cui sovrastruttura fu restaurata in epoca moderna. La ristrutturazione interna della torre fu effettuata nel XVII e nel XVIII sec.; anche gli edifici adiacenti risalgono a quest'epoca. Il complesso fu poi trasformato in una residenza signorile non fortificata, dotata di una cinta muraria di rappresentanza con merlatura e senza funzione difensiva. La fortezza, costruita probabilmente verso il 1250, fu la sede dei signori von R. menz. nel XIII e XIV sec. come ministeriali dei de Sacco-Mesocco e poi del vescovo di Coira. R. fu ceduto quale pegno vescovile a diversi creditori, per poi essere venduto attorno al 1450 alla fam. Ringg. Nel 1554 il complesso fu rilevato da Hercules Salis, governatore generale della Valtellina. Nel 1621 fu teatro dell'assassinio di Pompejus von Planta per mano di Jörg Jenatsch. All'inizio del XXI sec. era di proprietà privata.

Riferimenti bibliografici

  • O. P. Clavadetscher, W. Meyer, Das Burgenbuch von Graubünden, 1984, 124-126
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND