de fr it

CharlesCellérier

12.2.1890 Ginevra, 9.2.1966 Ginevra, rif., cittadino di Ginevra. Figlio di Lucien, banchiere, e di Antoinette-Louise Dunant. (1912) Emilie Favre, figlia di Camille, colonnello di brigata. Studiò teol. a Ginevra (1908-10), Marburgo (1910-11), Parigi (1911), Heidelberg (1912-13) e divenne baccelliere in teol. nel 1913. Consacrato pastore nel 1914, fu cappellano della scuola di Roches (Normandia; 1913-17), poi pastore in diverse parrocchie ginevrine, tra cui Eaux-Vives (1925-45) e Saint-Pierre (1945-56). Moderatore della Compagnie des pasteurs (1931-32, 1945-47), C. presiedette con questo titolo nella chiesa S. Pietro a Ginevra il primo culto ecumenico dopo la seconda guerra mondiale (1946). Predicatore rinomato, professò una teol. moderatamente liberale.

Riferimenti bibliografici

  • C. Chenevière, L'Eglise de Genève, 1909-1959, 1959, 105
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 12.2.1890 ✝︎ 9.2.1966

Suggerimento di citazione

Fatio, Olivier: "Cellérier, Charles", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 27.04.2005(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/011075/2005-04-27/, consultato il 08.03.2021.