de fr it

Artigianato dellostagno

La produzione di oggetti in stagno o in peltro rientra nell'Artigianato del metallo. Dall'età del Bronzo in Svizzera si importava stagno per la metallurgia o per rivestire recipienti in ceramica. Proveniente dapprima dall'Inghilterra, nel XII sec. vennero scoperti giacimenti di questo minerale nei Monti Metalliferi. In seguito la lavorazione dello stagno si sviluppò in Germania, più tardi anche in Svizzera. Fonditori di stagno sono attestati dal XIV sec. nelle città conf. nell'ambito delle corporazioni, spesso strettamente legati agli orefici (Oreficeria). Gli oggetti in stagno sono contrassegnati, come quelli orafi, da un marchio del maestro e del luogo di produzione. Venivano prodotti prevalentemente caraffe per il vino, piatti, vassoi e scodelle per le case delle corporazioni, i palazzi dei Consigli o le economie domestiche di fam. nobili e, più tardi, di borghesi benestanti. Gli esempi più antichi conservati sono le brocche, le ciotole e i piattini portati alla luce nella fortezza di Homberg, distrutta nel 1356, custoditi presso il Museo storico argoviese nel castello di Lenzburg, e tre caraffe del tesoro della cattedrale di Basilea. Tipiche per il territorio sviz. sono le grandi caraffe del Consiglio (Ratskannen) del XV e XVI sec. Singole forme di brocche in peltro sono caratteristiche di determinate regioni, quali la brocca campaniforme (Glockenkanne) della Svizzera settentrionale e orientale, la brocca esagonale (Prismenkanne), diffusa nella Svizzera settentrionale, orientale, centrale e nei Grigioni, la brocca a becco (Stize), presente nell'intera area germanofona, la brocca panciuta (Bauchkanne), nota come caraffa vallesana o vodese, o la brocca a ponticello (Stegkanne) proveniente dall'antico territorio sotto dominio bernese che si estendeva dal lago di Ginevra all'Argovia. Numerose di queste caraffe e stoviglie venivano ancora fabbricate all'inizio del XXI sec., anche se, in seguito alla diffusione della ceramica, nel corso del XIX sec. l'uso degli oggetti in peltro nelle economie domestiche diminuì fortemente.

Riferimenti bibliografici

  • H. Schneider, Zinn, 1, 1970; 3, 1983
Link

Suggerimento di citazione

Lanz, Hanspeter: "Stagno, artigianato dello", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 26.02.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/011177/2014-02-26/, consultato il 13.05.2021.